Saldatrice Elettrica, Saldare Ad Arco

4 agosto 2009 - ATTREZZATURE

SALDATRICE ELETTRICA, SALDARE AD ARCOsaldare ad arco in fondo puo’ essere divertente e consente di riparare o costruire oggetti e attrezzi interessanti ed economici.

Saldare significa unire due metalli e lo si fa utilizzando un terzo componente anch’esso metallico.

Vi sono vari modi di saldare, tra essi il metodo forse piu’ diffuso e’ con la saldatrice ad arco – cosi’ detta perche’ utilizza il calore generato da un arco elettrico per fondere il metallo legante. E’ un sistema utilizzato per unire metalli di spessore oltre il millimetro e per questo viene usata in edilizia per unire i tondini che sono gli elementi della rete elettrosaldata o gabbia di ferro, in carpenteria, come accessorio e complemento in falegnameria, ferramenta, fabbri, etc.

saldatrici elettriche, saldare ad arco

La saldatrice in sostanza non e’ altro che un trasformatore che abbassa la tensione mantenendo alto l’amperaggio.

Poiche’ le radiazioni prodotte sono altamente pericolose sia per gli occhi che per la pelle, e’ assolutamente necessario proteggere gli occhi con opportune maschere con vetro oscurato attinico e vestire spessi indumenti per evitare ustioni perche’ durante la saldatura saltano in continuazione pezzi di metallo e scorie incandescenti. Tale protezione serve anche per ripararsi nel maneggiare la pinza portaelettrodo e i pezzi che si stanno saldando che sono anch’essi roventi o comunque molto caldi.

La saldatrice elettrica ha due cavi: il primo deve essere collegato alla pinza della massa (a sua volta serrata al pezzo da saldare), l’altro alla pinza portaelettrodi.

Il contatto della pinza della massa, serrata sul pezzo, deve essere deciso e solido per ottenere un buon innesto dell’arco e quindi una buona riuscita della saldatura.

Qualora si debbano saldare metalli arrugginiti, ossidati, verniciati o sporchi e’ conveniente prima spazzolarli energicamente con una spazzola di ferro ed eventualmente rimuovere con una smerigliatrice lo strato che puo’ impedire il contatto diretto con metallo.

Sul corpo dell’apparecchio c’e’ una manopola che serve per regolare la potenza e due scale graduate che indicano l’amperaggio e il diametro corrispondente degli elettrodi da impiegare entrambi dati che sono strettamente correlati alle dimensioni della saldatura.

Gli elettrodi sono fatti in metallo rivestito di un materiale, solitamente grigio, che serve a proteggerli dall’ossidazione. Durante la saldatura il rivestimento degli elettrodi si scioglie e forma una patina dura intorno al punto di saldatura. Tale crosta va rimossa con dei colpi di martellino ben assestati.

I pezzi da saldare devono essere tenuti ben fermi, eventualmente fissati su un supporto ed e’ importante che siano a contatto tra loro.

Per ottenere una buona saldatura e’ necessario impostare sulla manopola della saldatrice la potenza di corrente corrispondente al diametro degli elettrodi usati; l’estremita’ dell’elettrodo deve essere tenuta a pochi millimetri dal pezzo da saldare.

Una volta che è scoccato l’arco, bisogna strisciare l’elettrodo in una direzione tenendolo lievemente inclinato (e mai perpendicolare alle superfici da saldare).

Infatti se l’elettrodo si trova troppo vicino al pezzo si rischia che si attacchi determinando lo spegnimento dell’arco.  Se ciò avviene bisogna sganciarlo subito dalla pinza e spegnere la saldatrice per evitare che si surriscaldi danneggiandosi.

Poi se l’elettrodo e’ rimasto incollato lo si puo’ staccare dal pezzo usando la smerigliatrice oppure con un deciso movimento di torsione.

In caso si debbano fare saldature su ampie superfici, e’ consigliabile muovere l’elettrodo a zig zag in modo da far depositare meglio il materiale di saldatura. Se i pezzi poi sono molto lunghi o grandi, e’ consigliabile effettuare alcuni punti preliminari di saldatura per fissare l’intero sistema e poi effettuare la normale saldatura.

A fine lavoro, per togliere il colore opaco e le sbavature occorre eliminare la scoria formatasi attorno alla saldatura utilizzando una martellina, la smerigliatrice e rifinire, se necessario, con la lima a mano.

I pezzi saldati sono molto caldi per cui prima di maneggiarli occorre attendere che si raffreddino oppure bagnarli con acqua facendo moltissima attenzione a non bagnare gli elettrodi, la saldatrice ed in generale le parti elettriche.

Se i pezzi da saldare sono di piccole dimensioni per manipolarli conviene usare delle pinze o tenaglie.

Ultimamente si sono diffuse, anche sul mercato del fai da te, le saldatrici ad inverter che in pratica abbassano la tensione in maniera elettronica piuttosto che elettrica ed hanno il grande pregio di avere dimensioni e peso assai ridotte rispetto alle saldatrici elettriche normali anche se hanno un costo un po’ più elevato. Ne esiste una vasta gamma di modelli reperibili nei negozi tipo BricoCenter e Castorama.

Vi sono anche altri tipi di saldatura come ad esempio la saldatura a filo continuo, o la saldatura col cannello che però sono poco indicate per l’utilizzo a livello di bricolage e sono piu’ idonei per gli artigiani del settore.

La saldatura a filo utilizza l’arco elettrico per fondere un filo di lega metallica.

La saldatura con cannello consiste nella fusione dei metalli con una fiamma e l’apporto di altro metallo tramite leghe di diverso tipo. Il vantaggio di questa tecnica è che con essa e’ possibile saldare non solo il ferro ma anche: alluminio, ottone, bronzo, argento.

Ti e' piaciuto questo articolo?
"Iscriviti anche te!
E' gratis!"
Ricevi le nostre migliori guide, le ultime novita' e sarai tra i primi ad avere notizie appena uscira' il nostro E-Book sul fai-da-te!



Rispettiamo sempre la tua privacy.

Articoli simili

2 Comments


[...] le giunzioni si puo’ procedere a saldare con la saldatrice ad arco le varie parti oppure unirle mediante bulloni e dadi (quest’ultimo sistema e’ [...]


 
Renato
ago 6, 2013 at 15:35

Bel post, stavo giusto pensando di comprarne una da un amico che la vende e adesso sono più che mai invogliato a farlo.


 
Commenti

Manualino © 2014 - Privacy Policy
Template ottimizzato e basato su Desk Mess Mirrored di BuyNowShop.com.

cool hit counter