Rubinetto Che Perde, Sostituire La Guarnizione

29 luglio 2009 - RIPARAZIONI

RUBINETTO CHE PERDE, SOSTITUIRE LA GUARNIZIONE - cosa fare se abbiamo un rubinetto che perde e a gocciolare e non smette di perdere anche se lo si stringe forte.

RUBINETTO CHE PERDE, SOSTITUIRE LA GUARNIZIONE

Il rubinetti hanno la funzione di aprire, regolare e chiudere il flusso dell’acqua.

Il disegno qui sotto riproduce in modo sintetico un rubinetto. Con la manopola aperta l’acqua è libera di passare, mentre quando la manopola viene girata in senso orario, la guarnizione scende andando ad occludere sempre di piu’ l’ingresso dell’acqua finche’ la chiude completamente impedendone il passaggio.

rubinetto che perde

I difetti e gli inconvenienti piu’ frequenti che si verificano sono:

  • perdite visibili sopra la ceramica e vicino alla borchia
  • sgocciolio dal rubinetto.

- Nel primo caso si tratta del PREMISTOPPA.

Occorre quindi togliere la manopola del rubinetto che è generalmente tenuta bloccata da una vite che può essere a vista oppure nascosta sotto una borchia di copertura a pressione.

La borchia si puo’ rimuovere con un cacciavite e una volta svitata la vite di blocco, la manopola dovrebbe sfilarsi con una certa facilità.

A questo punto si dovrebbe vedere il corpo in ottone del rubinetto.

Su di esso si vedono due dadi, uno più piccolo da cui fuoriesce il perno del rubinetto  posto più in alto e facilmente raggiungibile, bisogna smontare quello più in basso.

Svitare quindi il dado di testa, rimuovere la vecchia guarnizione, pulire l’alloggiamento e quindi sostituire la guarnizione con una nuova (le guarnizioni per i rubinetti sono di due tipi:

  • un anello di gomma (dette oring) oppure
  • una guarnizione conica (che e’ piu’ diffusa) che avendo un suo verso, deve essere sempre con il cono rivolto verso l’alto

- Nel secondo caso, cioe’ quando il problema e’ lo sgocciolamento continuo del rubinetto, sicuramente la causa va ricercata nella guarnizione anulare o la sua sede.

Si deve svitare la vite in testa alla manopola e quindi sfilarla esercitando una trazione dal basso verso l’alto.  Svitare poi la borchia, la ghiera, togliere la rondella e infine togliere la guarnizione.

Con la pinza tenere bloccata la struttura portante del rubinetto dalla parte superiore, utilizzando uno straccio o un pezzo di camera d’aria di bicicletta per non rovinare la filettatura.  Con una chiave a rullino oppure con una chiave a pappagallo, svitare tutto il corpo superiore separandolo dalla struttura portante. Una volta tolto il gruppo dalla sua sede sara’ visibile il funzionamento del rubinetto: girando la manopola, il perno ruota muovendo il pistoncino la cui guarnizione (posta in cima) va a premere sul fondo del rubinetto chiudendo il flusso d’acqua.

Una volta separato il rubinetto, sostituire la guarnizione anulare fissata solitamente con un dado.

E’ necessario controllare bene la sede, verificando che non vi siano solchi o deformazioni. Se invece si riscontra che la sede della guarnizione e’ segnata da piccoli solchi, e’ necessario procedere alla fresatura con un apposito attrezzo (fresa a mano).

Prima di eseguire le operazioni indicate sopra e’ assolutamente necessario provvedere alla chiusura centrale dell’acqua aprendo un rubinetto al fine di togliere pressione all’impianto.

Ti e' piaciuto questo articolo?
"Iscriviti anche te!
E' gratis!"
Ricevi le nostre migliori guide, le ultime novita' e sarai tra i primi ad avere notizie appena uscira' il nostro E-Book sul fai-da-te!



Rispettiamo sempre la tua privacy.

Articoli simili

3 Comments

Coupon
gen 24, 2011 at 14:12

Interessante e utile tutorial!
L’unica cosa che mi sento di consigliare è di chiudere lo scarico del lavandino per evitare di veder scomparire viti e quant’altro rimosso durante l’intervento.


 
angelo golia
dic 12, 2013 at 13:37

per le rondelle coniche ai raccordi nei tubi di scarico del lavandino, dire che vanno montate verso l’alto non si capisce niente.Ci vuole un disegno!!Esiste una ghiera di avvitamento sul tubo piu’ largo poi un tubo piu stretto (mi sembra),la ghiera ha una filettatura che si avvita sul tubo piu’ grande e copre il tubo da raccordare; tra la ghiera e i due tubi si interpone la rondella:Come?con la base conica o con la parte sretta?senza un disegno come si fa a capire che cosa è la parte alta della rondella se il raccordo è orizzontale?


 
 
Commenti

Manualino © 2016 - Privacy Policy
Template ottimizzato e basato su Desk Mess Mirrored di BuyNowShop.com.

Questo sito utilizza cookies anche di terze parti per migliorare la navigazione e l'esperienza degli utenti oltre che per fornire pubblicità. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori info visita la pagina della privacy policy.