Rivestire Le Pareti Col Legno

10 marzo 2011 - BRICOLAGE, CASA

Quando le case erano costruite in legno le pareti erano necessariamente di legno, e ovviamente ora che le case sono in muratura tutti vorrebbero avere le pareti in legno.

rivestire pareti

A pensarci bene e’ una cosa comprensibile, sia perche’ il legno e’ sicuramente tra i materiali piu’ naturali rilassanti e funzionali che esistano, sia perche’ il legno rappresenta una sorta di ritorno alle origini.

Per rivestire le pareti esistono molti metodi a seconda dei materiali che si intende usare, si possono cosi’ rivestire le pareti con

  • perline, con fogli di compensato,
  • con quadrotti di sughero o
  • con fogli di impiallicciatura di legno
  • con pannelli di legno.

RIVESTIRE LE PARETI COL LEGNO COMPENSATO

La soluzione piu’ semplice e rapida (ed economica) per rivestire le pareti col legno e’ quella che prevede l’impiego di compensato.

I compensati sono rivestimenti formati da diversi fogli sovrapposti in numero dispari in modo che il pannello risultante abbia una consistenza maggiore e non sia soggetto ad incurvamenti dovuti a ritenzione di umidita’. Mentre le misure sono abbastanza standard, da 60 a 100, 120,150 cm., e la lunghezza da 150,200,250 o 300 cm., lo spessore varia a seconda del numero di strati e del tipo e spessore dei singoli strati.

Generalmente sarebbe preferibile fissare i pannelli su un telaio di listelli distanziati l’un l’altro a formare una sorta di scacchiera che distanzi i pannelli creando una camera d’aria. Tale telaio deve essere fatto in modo da consentire il circolo d’aria. I listelli di questo tewlaio vanno fissati alla parete con chiodini a testa sottile detti groppini.

rivestire le pareti col legno

I pannelli verranno poi inchiodati sul telaio con groppini da tappezziere a scomparsa (quelli usati per lo zoccoletto), cercando di avvicinare il piu’ possibile un pannello all’altro per evitare che si noti il punto di giuntura tra due pannelli anche se la verniciatura in genere lo rendera’ invisibile.

PANNELLI IN KIT PER RIVESTIRE PARETI

Il problema delle giunture non si pone se utilizzeremo i pannelli di legno per rivestire le pareti, predisposti in kit da assemblare con meccanismi analoghi a quelli dei parquet flottanti che mediante un incastro (a click)  rendono assolutamente invisibile il punto di giuntura consentendo, se si vuole, di lasciare il legno a grezzo, senza passare la vernice flatting.

I chiodini di fissaggio, per questo tipo di pannello, verranno messi sulla linguetta di incastro (maschio) prima di avvicinare il pannello successivo, curando di ribattere con una punta la testa del groppino per consentire il perfetto incastro del pannello successivo. Ovviamente dovremo fare due conti per fare in modo che i listelli siano distanziati in modo da coincidere nel punto dove metteremo i chiodini per fissarfe il pannello.

Qualora il muro sia perfettamente asciutto e non soggetto a fenomeni di condensa e, particolare fondamentale, assolutamente liscio sara’ possibile incollare i pannelli direttamente sul muro utilizzando una colla vinilica o comunque con il tipo di adesivo suggerito dal fornitore dei pannelli. La colla va stesa in modo uniforme su ciascun pannello (o, se previsto, anche sul muro), attendere che si asciughi un poco e una volta messo in opera occorre poi picchiettare delicatamente con una mazzuola di gomma dal centro del pannello verso gli estremi per evitare che si formino grumi di colla (se i pannelli sono sottili si puo’ anche usare un panno e con esso fare pressione, sempre dal centro verso l’esterno).

RIVESTIRE LE PARETI CON PERLINE

Un altro metodo per rivestire le pareti con il legno e’ quello di ricorrere alle perline. Si tratta di listelli di legno, normalmente larice, pino o abete, ma possono essere di qualsiasi tipo di legno, larghe da 100 a 240 mm. con spessori variabili da 32 a 42 mm. con lunghezze da 2 fino a 4 metri, reperibili presso qualsiasi centro fai da ter (Brico, Leroy Merlin, Castorama) ma anche nei centri legno o segherie dove naturalmente si potra’ scontare un prezzo decisamente piu’ conveniente.

Come per i pannelli in kit, anche per fissare le perline occorre predisporre un telaio di listelli tenendo conto della larghezza delle perline in modo di far coincidere il listello del telaio con il punto dove dovremo mettere i chiodini a scomparsa.

Qualora si abbia un muro umido, magari per effetto di condensa determinata da scambi termici tra aria calda interna e superficie fredda del muro, una coibentazione mediante pannelli puo’ aiutare sensibilmente a creare una barriera alla stessa maniera del ‘cappotto termico’ avendo pero’ cura di frapporre tra muro e telaio di legno un foglio di carta catramata specifica per evitare che l’umidita’ danneggi rapidamente i listelli del telaio e magari anche i pannelli di legno.

Ti e' piaciuto questo articolo?
"Iscriviti anche te!
E' gratis!"
Ricevi le nostre migliori guide, le ultime novita' e sarai tra i primi ad avere notizie appena uscira' il nostro E-Book sul fai-da-te!



Rispettiamo sempre la tua privacy.

Articoli simili

Commenti

Manualino © 2014 - Privacy Policy
Template ottimizzato e basato su Desk Mess Mirrored di BuyNowShop.com.

cool hit counter