Pittura Pareti, Imbiancature

8 ottobre 2009 - COSTRUZIONI

PITTURA PARETI, IMBIANCATURE – Procedere all’imbiancatura della casa e’ un lavoro abbastanza semplice anche per chi non e’ un grande esperto del fai da te o del bricolage. Basta seguire alcune semplici regole e armarsi di tempo e pazienza, oltre che di pennelli e pittura.pittura pareti imbiancature

Gli attrezzi del mestiere per la pittura delle pareti sono:

  • una pennellessa
  • pennelli per i ritocchi
  • un rullo una griglia ed una bacinella bassa
  • carta di giornale o plastica per proteggere il pavimento
  • nastro di carta adesiva per proteggere lo zoccolino gli stipiti e tutte le parti che non vogliamo che siano toccate dalla pittura
  • una scala o, meglio, un piccolo ponteggio.

Il primo lavoro da fare e’ quello di isolare con il nastro di carta adesiva gli interruttori, le prese, i caloriferi, i battiscopa, gli stipiti delle porte e delle finestre eventuali regolatori della temperatura o altri aggeggi inseriti nei muri e che non volete che vengano pitturati.

Sarebbe anche opportuno ricoprire con fogli di giornale o fogli di cellophane sia le porte che le finestre ed i pavimenti, giuntando con lo scotch i fogli l’uno con l’altro per non farli muovere.

Se i muri sono nuovi sarebbe bene passare una mano di fissativo altrimenti e’ opportuno lavare le pareti se sporche e impolverate oppure passare un antimuffa se si nota presenza di muffe.

Comunque in ogni caso sarebbe opportuno areare bene la stanza prima di iniziare a pitturare.

Ricoprite porte e pavimenti con fogli di giornale o cartoni, preferibili in quanto permettono di muoversi agevolmente senza che si spostino. Come ogni buona pratica prima di tutto occorre l’analisi è quindi è necessario valutare le condizioni delle pareti.

Inutile dire che se vi sono chiodi e tasselli, vanno tolti e che eventuali sconnessioni, crepe o buchi nel muro vanno riempiti con carta di giornale (se grandi) e quindi stuccati, fatti asciugare e poi carteggiati bene.

Se poi le pareti sono coperte da tappezzeria, non rassegnatevi a lasciarla sotto, sarebbe un grave errore. Va tolta con tanta pazienza.

imbiancature

Vi sono vari tipi di pittura:

la tempera, che ha il pregio di essere abbastanza economica ma che col tempo tende a sfarinarsi. Puo’ essere indicata per locali come la cucina i bagni le cantine, il box etc.

la pittura idrolavabile, ha una buona resa ed e’ indicata per gli interni, e’ traspirante e risulta indicata anche per bagni e locali umidi. Disponibile in colore bianco, se vogliamo dare una tinta e’ sufficiente aggiungere le aniline colorate diluibili in acqua.

Alcuni consigli:

  • soprattutto se siete alla prima esperienza non sarebbe male iniziare con una stanza meno ‘importante’, come il ripostiglio o il box o il bagno, tanto per fare anche un po’ di pratica.
  • la pittura non deve essere eccessivamente liquida e normalmente e’ preferibile dare almeno due mani. (se si utilizza la tempera, per una stanza di medie dimensioni, intorno ai 18-20 mq. Occorrono 15 kg di prodotto.
  • L’imbiancatura viene effettuata a mano col pennello o con la pennellessa e non occorre spendere molto per la qualita’ dei pennelli, fare solo attenzione che non perdano le setole.
  • Sul plafone e’ preferibile usare il rullo col manico allungabile, mentre per arrivare a pitturare la parete dietro ai caloriferi occorre munirsi di pennelli appositi, ricurvi.
  • E’ bene attendere che la prima mano sia perfettamente asciutta prima di procedere a dare la seconda. Normalmente si comincia col pitturare il plafone per poi continuare a partire dall’angolo opposto alla porta di ingresso scendendo dalla parte alta delle pareti verticalmente fino a terra procedendo per strisce di 60-80 cm di larghezza.
  • Con la seconda mano di procedera’ invece in senso orizzontale.
  • Appena finito saranno visibili alcune imperfezioni che pero’ spariranno man mano che le pareti si asciugheranno.

Ecco altri semplici, ma efficaci accorgimenti:

- un sofitto chiaro con pareti meno chiare dara’ la sensazione di una stanza piu’ alta, mentre se il soffitto e’ scuro e le pareti sono piu’ chiare la stanza sembrera’ piu’ bassa.

Una volta ultimato il lavoro lavate bene rullo pennelli pennellessa e tutto il materiale con acqua tiepida fino a quiando il flusso dell’acqua sara’ limpido.

Ti e' piaciuto questo articolo?
"Iscriviti anche te!
E' gratis!"
Ricevi le nostre migliori guide, le ultime novita' e sarai tra i primi ad avere notizie appena uscira' il nostro E-Book sul fai-da-te!



Rispettiamo sempre la tua privacy.

Articoli simili

Commenti

Manualino © 2016 - Privacy Policy
Template ottimizzato e basato su Desk Mess Mirrored di BuyNowShop.com.

Questo sito utilizza cookies anche di terze parti per migliorare la navigazione e l'esperienza degli utenti oltre che per fornire pubblicità. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori info visita la pagina della privacy policy.