Muri Di Contenimento: In Legno, Pietra E Cemento

21 luglio 2009 - COSTRUZIONI

MURI DI CONTENIMENTO: IN LEGNO, PIETRA E CEMENTO

I muri di contenimento devono avere la caratteristica di essere sufficientemente resistenti per sostenere la pressione del terreno.

MURI DI CONTENIMENTO IN PIETRA LEGNO E CEMENTO

Vi sono molti fattori da tenere presenti per la costruzione di un muro di contenimento.  Se si tratta di un muro che deve solo evitare ad un terreno scosceso di franare, oppure se deve sostenere il peso di un veicolo o ancora un terreno su cui sorgera’ una costruzione. Ovviamente a seconda dello scopo si avra’ un diverso criterio di costruzione.

Per millenni si sono costruiti muri di contenimento, per lo piu’ fatti utilizzando pietre, sia ‘a secco’ sia utilizzando vari tipi di leganti, come creta, fango, calce, miscugli di paglia e terra cotti o crudi e in tempi piu’ recenti impiegando il cemento. E’ impressionante constatare come costruzioni antichissime abbiano potuto superare i secoli e siano ancora sotto i nostri occhi, talvolta anche in buone condizioni di conservazione.

La cosa importante che ha consentito cio’ e’ l’esperienza acquisita dagli errori e dai crolli per ottenere risultati sempre piu’ soddisfacenti.

Tra gli elementi di cui tener conto e con i quali occorre confrontarsi nella progettazione e realizzazione del muro di contenimento vi sono, oltre alla forza di gravita’ – elemento comune a tutti i muri – le caratteristiche del clima: umido, secco o freddo e del terreno.

Il terreno che stiamo cercando di sostenere tende sempre a spingere verso il centro della Terra anche se vi sono forze collaterali che esercitano una pressione laterale.  E’ importante non sottovalutare la forza di spinta del terreno, in genere 1 mc di terriccio pesa intorno ai 200 kg ai quali bisogna aggiungere una ulteriore percentuale assai variabile di umidita’ in base al grado di assorbimento d’acqua.

Vi sono considerazioni che a prima vista possono apparire ovvie, ma che tanto ovvie poi non sono. Esse sono spesso frutto dell’esperienza dei capimastri tramandata di generazione in generazione.

Piu’ e’ alto un muro di contenimento e maggiori sono le possibilita’ di crollo. Se si raddoppia l’altezza di un muretto, la forza esercitata si triplica o addirittura si quadruplica.

muri di contenimento in legno pietra e cemento

Un altro suggerimento che puo’ risultare molto utile e’ quello di effettuare un sopralluogo nei dintorni del luogo dove dovete effettuare il lavoro per verificare le tecniche costruttive utilizzate nella zona, i materiali ed il livello di conservazione dei muri.   Cio’ vi aiutera’ nella scelta sia dei materiali che della tecnica costruttiva riducendo al minimo il fattore rischio.

Parlando di muri di contenimento, se possibile, cercate di contenere l’altezza sotto il metro e cinquanta soprattutto se si tratta di muri costruiti a piombo.  Qualora venga superata questa altezza sarebbe infatti conveniente inclinare il muro verso il terreno da contenere, spostando quindi il baricentro indietro e andando cosi’ ad aumentarne la forza ed il grado di resistenza alla spinta del terreno.

Un terreno che per il grado di umidita’ e’ soggetto a gelare espande il suo volume esercitando una maggiore pressione contro il muro. Analogamente eventuali infiltrazioni d’acqua o vene sotterranee gelando e quindi espandendo il loro volume possono determinare rotture.

Come ovvio il terreno gela a partire dalla sua superficie superiore e di conseguenza esercita una maggiore pressione nella parte alta del muro.

Una buona soluzione per minimizzare il problema puo’ essere costituita dal mescolare il terriccio con materiali porosi e leggeri e contemporaneamente prevedere una serie di sfoghi per l’acqua eventualmente accumulatasi dietro il muro.

Un muro di contenimento puo’ essere costruito con vari materiali:

  • legno
  • cemento
  • cemento armato
  • blocchi di cemento (cosiddetti Plo)
  • pietre tagliate, pietre irregolari
  • mattoni

etc.

Fondamentale per assicurare una adeguata tenuta e’ la realizzazione di opportune fondamenta in cemento armato che devono essere di spessore non inferiore al doppio dello spessore del muro e profonde almeno 1/3 dell’altezza del muro fuori terra.

Ti e' piaciuto questo articolo?
"Iscriviti anche te!
E' gratis!"
Ricevi le nostre migliori guide, le ultime novita' e sarai tra i primi ad avere notizie appena uscira' il nostro E-Book sul fai-da-te!



Rispettiamo sempre la tua privacy.

Articoli simili

5 Comments

domenico
nov 16, 2009 at 17:26

Ciao,
ho acquistato un appartamento di nuova costruzione situato nelle vicinanze di un muro di contenimento in cemento armato.
Tale muro e’ stato costruito per proteggere il fabbricato da deflussi di argilla di una montagna, da premettere che la stessa e’ alberata ( alberi di pioppi).
Vi scrivo per avere dei consigli su cosa fare (INTERVENTO DA EFFETTUARE ), in quanto con le pioggie invernali i fori effettuati al muro non riescono a contenere il fango che si viene a creare.
Dietro il muro non e’ stata fatta la canalizzazione con apposito pietrisco, in più sono stati istallati successivamente, ai fori di fuoriuscita d’acqua, delle canalette che vengono usate nei fabbricati per far defluire l’acqua piovana.
In attesa di vs invio distinti saluti.
domenico


 
Paolo
mar 9, 2010 at 11:09

RICHIESTA PREVENTIVO PER SOSTITUZIONE MURO PERICOLANTE -
Gradirei avere ulteriori informazioni in merito al seguente problema.

– Ho un muro a retta adiacente ad una strada provinciale, misure lung. m. 22 X h. m. 2, il muro è di vecchissima costruzione (inizi 1900) in pietra e masselli, risistemato negli anni 50, attualmente sta cedendo nella parte centrale.

Poichè vi sono grosse problematiche per un eventuale suo rifacimento in cemento armato. con scavo di fondamenta che dovrei assolutamente evitare, presenza di una fognatura comunale, presenza di cavi di fibre ottiche, presenza di tubi acquedotto e cavi Enel.

Gradirei sapere se potete propormi delle soluzioni Non troppo costose per risolvere quanto esposto.

In attesa ringrazio e invio cordiali saluti.


 
Paolo
mar 9, 2010 at 11:10

PRIVATO – RICHIESTA PREVENTIVO PER SOSTITUZIONE MURO PERICOLANTE -
Gradirei avere ulteriori informazioni in merito al seguente problema.

– Ho un muro a retta adiacente ad una strada provinciale, misure lung. m. 22 X h. m. 2, il muro è di vecchissima costruzione (inizi 1900) in pietra e masselli, risistemato negli anni 50, attualmente sta cedendo nella parte centrale.

Poichè vi sono grosse problematiche per un eventuale suo rifacimento in cemento armato. con scavo di fondamenta che dovrei assolutamente evitare, presenza di una fognatura comunale, presenza di cavi di fibre ottiche, presenza di tubi acquedotto e cavi Enel.

Gradirei sapere se potete propormi delle soluzioni Non troppo costose per risolvere quanto esposto.

In attesa ringrazio e invio cordiali saluti.


 
domenico fernando
mag 12, 2011 at 23:25

ciao ti rispondo nel dirti che secondo le mie previsioni venendo da una famiglia di generazioni di costruttori di muratura a secco che nn ce bisogno di rifare le fondazioni ma di vedere soltanto dove sta l errore di costruzione dello stesso muro e rifarlo con molta maestria solo cosi eviterai costi elevati x il rifacimento dello stesso ma x parlare cosi e facile dovrei stare sul posto e valutare attentamente la situazione solo cosi ti potrei dare una soluzione al tuo problema ciaooooooooooooo


 
LELLO
nov 28, 2012 at 17:32

CIAO SENTI IL PROBLEMA BISOGNA VEDERLO PRIMA CHE IO MI PRONUNCI PERCHE OGNUNO DICE LA SUA SE VUOI MI PUOI CONTATTARE E MI DICI DOVE TI TROVI E METTERCI DACCORDO NON FACCIOPREZZI ALTI MA IL LAVORO LO FACCIO BENE PERCHE SONO ANNI CHE FACCIO EDILIZIA LA MIA EMEI E LELLO-GRANDE@VIRGIGLIO.IT COSI EVENTUALMENTE TI DO IL MIO CELL


 
Commenti

Manualino © 2014 - Privacy Policy
Template ottimizzato e basato su Desk Mess Mirrored di BuyNowShop.com.

cool hit counter