Installare Porte Scorrevoli, Porte Pieghevoli

13 gennaio 2013 - CASA

Chi possiede una casa conosce bene il problema degli spazi e, visti i costi delle case e lo sforzo che si deve sostenere per l’acquisto, ogni soluzione che ci consenta di guadagnare spazio e’ sicuramente ben accetta.

installare porte scorrevoli

Proprio in questa ottica vogliamo quindi parlare di come installare una porta scorrevole o una porta pieghevole nel nostro appartamento, modificando le porte esistenti.

Si puo’ porre la questione di cambiare o modificare una porta in una casa in sede di lavori di ristrutturazione oppure di decidere, in sede di costruzione, di chiedere l’adozione di questa soluzione come variante al capitolato previsto dal contratto.

Visto che parliamo da un sito di fai da te, ci proponiamo di fare a meno del ricorso ad un muratore altrimenti sarebbe sufficiente prendere le pagine gialle. Ecco quindi che cerchiamo di vedere quali sono i tipi di porte e come si fa ad installare porte scorrevoli e porte pieghevoli.

Abbiamo parlato di casa di proprieta’ non perche’ non si possa fare anche in un alloggio affittato, ma perche’ si tratta di un lavoro che costituisce un investimento e come tale ha maggior significato per la propria casa.

Abbiamo anche accennato al vantaggio di aumentare gli spazi disponibili, ma questo non e’ l’unico motivo per cui si decide di  installare una porta scorrevole o una porta pieghevole, infatti spesso queste porte, oltre alla loro utilita’ e praticita’, rappresentano un miglioramento estetico dell’insieme dell’appartamento. Una porta scorrevole o una porta pieghevole, se posata a regola d’arte costituisce un corredo che valorizza l’appartamento conferendogli un tocco di unicita’.

Un altro vantaggio di entrambe le tipologie di porte e’ costituito dal fatto che per quanto riguarda le dimensioni, non c’e’ praticamente limite alla larghezza e quindi, a differenza delle porte ad anta, esse sono assolutamente indicate qualora la larghezza della porta sia decisamente superiore ai 90/180 cm tradizionali delle porte singole o doppie.

PORTE SCORREVOLI E PORTE PIEGHEVOLI

La differenza tra porte scorrevoli e porte pieghevoli e’ ovviamente insita nel loro stesso nome. In entrambi i casi non occorre eliminare il telaio esistente, ma solo apportare alcune modifiche, non strutturali e senza bisogno quindi di rompere, fare polvere e quant’altro.

PORTE SCORREVOLI

  • Porta scorrevole: si tratta di una porta che scorre lungo la parete; diciamo che in effetti le porte scorrevoli possono essere di due tipi:
    1. porta scorrevole a scorrimento esterno, cioe’ parallelamente alla parete
    2. porta scorrevole a scomparsa detta anche ‘porta a scrigno‘ che, quando e’ aperta, resta occultata all’interno della parete. Di questo tipo di porta, molto particolare e che offre notevoli vantaggi, ce ne occuperemo in un altro post.

La porta scorrevole ha il pregio di non necessitare di spazio per la chiusura dell’anta, tuttavia si deve tenere conto che non si potra’ utilizzare parte della parete a lato della porta stessa.

  • Porta pieghevole: e’ una porta che sostanzialmente si ripiega su se’ stessa col vantaggio di occupare meno spazio. E’ una soluzione molto valida soprattutto in piccoli appartamenti in quanto si possono collocare mobili anche in prossimita’ della luce della porta non dovendo tenere in conto l’arco di apertura del battente (ne’, come per la posta scorrevole, sulla parete adiacente alla porta).

porte scorrevoli

COME INSTALLARE UNA PORTA SCORREVOLE

Innantitutto bisogna togliere la vecchia porta, sollevandola dai suoi cardini. Bisognera’ poi togliere anche i vecchi cardini, sia sullo stipite sia sulla porta stessa, in genere entrambi sono fissati con delle viti. Provvederemo poi a sigillare bene i fori delle viti sia sulla porta che sugli stipiti con dello stucco da legno, avendo poi cura di carteggiare bene e ritoccare col colore della porta.

Spesso ci accorgeremo che sara’ preferibile ridipingere la porta per evitare che si vedano gli antiestetici rattoppi.

A questo punto dovremo creare il supporto su cui far scorrere la porta. Si puo’ ottenere acquistando un kit per porte scorrevoli che e’ costituito da una guida metallica, normalmente in alluminio anodizzato, che rappresenta il binario sul quale scorrono le staffe che sostengono la porta. Il tutto verra’ coperto, per motivi estetici, con un listello di legno lungo quanto il doppio della porta (con un certo margine, l’eccesso lo taglieremo dopo) e con lo stesso spessore della porta, scegliendolo nello stesso tipo di legno della porta o comunque cercando di tenersi su un legno duro e ben stagionato.

Il kit e’ facilmente reperibile in ogni grande magazzino per il fai da te, come Leroy Merlin, Brico o presso i piu’ riforniti ferramenta.

Il montaggio della guida, che a sua volta e’ in genere dotata di due staffette regolabili che vengono fissate alla parete sopra la porta utilizzando dei semplici tasselli ad espansione, e’ molto semplice. L’importante e’ aver preso bene le misure, infatti la parte inferiore della porta, una volta montata, dovra’ trovarsi a circa mezzo centimetro dal pavimento. Per esserne sicuri, prima di stringere le viti delle staffe della guida, fate una prova con tutta la porta in opera, appoggiandola su alcuni pezzetti di legno dello spessore di 0,5 cm. che toglieremo a lavoro ultimato,

In genere il kit comprende anche un fermo corsa che serve ad evitare che la porta scorrendo esca dai binari. Qualora il kit ne fosse sprovvisto, sara’ sufficiente mettere una vite che assolvera’ la stessa funzione del fermo.

Infine dovremo trovare il sistema di sostituire la maniglia con un pomolo o una finta maniglia che abbiano la funzione di consentire la presa per far scorrere la porta.

PORTE PIEGHEVOLI O A SOFFIETTO

Le porte pieghevoli sono elementi strutturali dell’appartamento composti da diversi pannelli che si chiudono uno sull’altro provvedendo a risolvere spesso quei problemi di spazio che sono ormai sempre piu’ sentiti nelle abitazioni contemporanee.

COME INSTALLARE UNA PORTA PIEGHEVOLE

Qui il discorso e’ ancor piu’ semplice che nel capitolo precedente in quanto la porta pieghevole si sostituisce a quella preesistente ad anta mantenendo quasi tutto lo stipite e, ove possibile, utilizzando la stessa serratura.

Solo sul lato dove la porta ad anta era incernierata coi cardini allo stipite, si dovranno eliminare i cardini e procedere a fissare direttamente, avvalendosi del kit in dotazione, la porta pieghevole allo stipite.

Inoltre per quanto riguarda la parte di scorrimento, essa e’ garantita da una guida, preferibilmente in alluminio anodizzato, che viene avvitata sulla faccia inferiore dello stipite in alto e dentro la quale scorrono i ganci della porta pieghevole. Generalmente sono tutti elementi forniti in sede di acquisto della porta pieghevole o porta a soffietto.

porte pieghevoli installazione

Un accenno importante verte sulle misure della porta pieghevole che deve avere un leggero aggio in piu’ rispetto a quella ad anta (deve cioe’ avere un’altezza leggermente minore)  per evitare che la parte inferiore della porta possa toccare il pavimento creando attrito.

Ti e' piaciuto questo articolo?
"Iscriviti anche te!
E' gratis!"
Ricevi le nostre migliori guide, le ultime novita' e sarai tra i primi ad avere notizie appena uscira' il nostro E-Book sul fai-da-te!



Rispettiamo sempre la tua privacy.

Articoli simili

Commenti

Manualino © 2016 - Privacy Policy
Template ottimizzato e basato su Desk Mess Mirrored di BuyNowShop.com.

Questo sito utilizza cookies anche di terze parti per migliorare la navigazione e l'esperienza degli utenti oltre che per fornire pubblicità. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori info visita la pagina della privacy policy.