Impermeabilizzazione Di Un Muro, Come Rendere Idrorepellente Un Muro

12 gennaio 2014 - CASA, COME FARE

La questione dell’umidita’ di risalita e’ un problema che abbiamo affrontato tante volte ed e’ un problema che assilla molti di noi. Vale la pena di tornare su questo argomento per approfondirlo ulteriormente.

umidita nei muri

Spesso, per rendere idrorepellente un muro, in fase di realizzazione si procede a stendere un foglio di polietilene o una guaina bituminosa, appoggiandola alla parete esterna per un’altezza dal suolo di 100-120 cm. per evitare appunto che l’umidita’ di risalita penetri nella muratura (in genere l’umidita’ di risalita arriva proprio all’altezza di ca. 1 metro da terra) impregnando il muro per tutta la sua profondita’ e creando i noti problemi strutturali di cui tante volte abbiamo discusso.

Per fronteggiare il problema della risalita di umidita’ si puo’ procedere in due modi.

  1. applicare la pellicola-barriera di cui abbiamo parlato nel paragrafo precedente
  2. costruire il cosiddetto ‘tagliamuro‘ che altro non e’ che l’utilizzo di un materiale idrorepellente che sostituisce in senso orizzontale, il materiale da costruzione e crea una zona impermeabile
  3. iniettare nel muro un prodotto specifico idrorepellente che vada a creare una barriera che impedisca all’umidita’ del terreno di risalire.

Ovviamente, mentre i primi due procedimenti sono realizzabili preferibilmente nella fase di costruzione del muro o comunque quando non e’ ancora stata fatta l’intonacatura, il terzo metodo puo’ essere alla portata di tutti e risulta particolarmente indicato per i muri in mattoni forati in quanto va a creare un vero e proprio divisorio impermeabile che impedisce la risalita dell’umidita’ in modo quasi analogo al ‘tagliamuro’.

COME SI PROCEDE PER IMPERMEABILIZZARE UN MURO

Il procedimento per rendere idrorepellente un muro e’ abbastanza semplice, infatti si tratta di praticare una serie di fori con il trapano a percussione, in sequenza orizzontale alla distanza di 5-7 cm. l’uno dall’altro, a seconda del tipo di muro e della gravita’ del problema e delle condizioni del manufatto e quindi iniettare il liquido specifico.

umidita di risalita

Per iniettare il prodotto si possono usare dei manicotti reperibili facilmente in commercio e che sono disponibili anche in comodi e pratici kit, oppure mediante apposite macchine a pressione per le quali sarebbe preferibile ricorrere all’intervento di personale specializzato.

kit idrorepellente per muri

I fori devono essere praticati ad un’altezza da terra di 10-20 cm. con una buona inclinazione verso il basso (almeno 15°) e per una profondita’ di ca. meta’ dello spessore del muro (per muri di un certo spessore e’ preferibile superare i 2/3 dello spessore).

Nel praticare i fori occorre aspirare bene la polvere e i detriti per evitare che vadano a ostruire i fori e limitare quindi il passaggio del liquido isolante.

eliminare umidita

Nell’impiego dei manicotti, che sono l’ideale per chi vuole fare da se’, essi vanno collocati circa 50 cm. sopra ad ogni foro fissandoli al muro con un chiodo o meglio tramite un listello di legno posto orizzontalmente e quindi inseriti i flessibili in ogni foro e collegati ai manicotti. Si procede quindi a riempire i manicotti col il liquido resinoso, rabboccando man mano che si svuotano e controllando che il liquido non fuoriesca dai fori. In alternativa si possono utilizzare i tubi contenitori, simili a quelli di silicone che si adoperano con la speciale pistola. Con essi si riempie ogni foro.

L’operazione va proseguita per un’ora e quindi ripetuta a distanza di 24-36 ore e comunque sino a che il livello del liquido non scende piu’ nei manicotti o non si riesce piu’ a farlo penetrare nei fori.

Il prodotto resinoso da’ luogo ad una reazione chimica che crea una barriera orizzontale idrorepellente che blocca la risalita dell’umidita’.

Ovviamente l’aver creato una barriera all’umidita’ ascensionale non risolve il problema della condensa, che infatti non e’ correlata solo a questo fenomeno, ma contribuisce a ridurre gli effetti che un eccesso di umidita’ contribuirebbe a produrre.

impermeabilizzare un muro

Per quanto attiene ai problemi ed alle contromisure per evitare la condensa si rinvia ai post relativi a tali argomenti nei quali abbiamo illustrato come coibentare muri e pavimenti

Ti e' piaciuto questo articolo?
"Iscriviti anche te!
E' gratis!"
Ricevi le nostre migliori guide, le ultime novita' e sarai tra i primi ad avere notizie appena uscira' il nostro E-Book sul fai-da-te!



Rispettiamo sempre la tua privacy.

Articoli simili

1 Comment

giovannj
feb 2, 2014 at 11:43

Riguardo al trattamento contro l’umidità di risalita con foratura ed iniezione di resine,
vorrei fare alcune domande:
- il muro deve essere asciutto o va bene anche umido perché tanto sono resine (tipo
poliuretaniche) a cui l’umidità non da noia?
- l’iniezione va fatta prima, o dopo che si è nuovamente intonacato? A prima vista
sembrerebbe che la risposta fosse “prima”, però il dubbio nasce dal fatto che
intonacando dopo, fra il muro e l’intonaco l’umidità passa ugualmente… mentre se
questo venisse fatto prima, le resine bloccherebbero anche la risalita fa muro ed
intonaco.
Che ne pensate?

Grazie
Giovanni


 
Commenti

Manualino © 2016 - Privacy Policy
Template ottimizzato e basato su Desk Mess Mirrored di BuyNowShop.com.

Questo sito utilizza cookies anche di terze parti per migliorare la navigazione e l'esperienza degli utenti oltre che per fornire pubblicità. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori info visita la pagina della privacy policy.