Costruire Casetta In Legno Per Attrezzi, Casetta Addossata

3 luglio 2011 - COSTRUZIONI, GIARDINAGGIO

Se si possiede un piccolo giardino puo’ risultare conveniente avere un posto esterno alla casa dove poter ricoverare gli attrezzi per il giardinaggio. Sara’ cosi’ comodo averli sempre a portata di mano e contemporaneamente tenerli al riparo.

La soluzione potrebbe essere quella di costruire una casetta in legno per attrezzi.

casetta attrezzi

Ovviamente nei centri bricolage, come Brico, Castorama etc., sono disponibili in commercio kit di montaggio di casette per attrezzi a costi abbastanza contenuti e facili da montare.

Noi pero’ sappiamo bene che il piacere di costruirsene una da soli ripaga della fatica ed e’ una grande soddisfazione, oltre al fatto che potremo costruirla adattandola alle nostre esigenze ed eventualmente, a parita’ di spesa, utilizzare materiali migliori rispetto a quelle offerte sul mercato.

TIPI DI CASETTE IN LEGNO PER ATTREZZI

Possiamo dividere in due categorie i tipi di casetta per attrezzi

  • casetta in legno singola o autoreggente
  • casetta in legno addossata

La prima la abbiamo gia’ descritta in un altro articolo in quanto sostanzialmente si tratta di una normale casetta di legno di cui ridurremo un po’ le dimensioni

Mentre per la seconda si presuppone di avere a disposizione una porzione di muro senza finestre o un muro di cinta a cui appoggeremo la nostra struttura di legno con molte analogie con una tettoia di legno o un pergolato.

Indubbiamente avremo il vantaggio di utilizzare una struttura solida che conferira’ un ancoraggio altrettanto solido e sicuro anche alla nostra casetta. Per contro va detto che, poiche’ l’esenzione di una specifica autorizzazione sussiste solo se si tratta di struttura mobile, non ancorata al terreno e con carattere di temporaneita’, nel caso di casetta addossata, evidentemente non ricorrono queste condizioni e quindi e’ necessario chiedere le previste autorizzazioni all’Ufficio Tecnico del Comune.

COME REALIZZARE UNA CASETTA ADDOSSATA

Immaginiamo di voler realizzare una casetta per attrezzi di medie dimensioni (cm.250×300)

Materiali e attrezzi necessari per costruire una casetta addossata per attrezzi:

  • Sei pali a sezione quadrata da 6×6 cm. altezza 3 m (uno per ogni angolo e due per gli stipiti della porta
  • Perline di abete grezzo di larghezza 150 mm., lunghezza 3 m. e spessore 20 mm.
  • 5 travetti 5×6 cm lunghezza 3 m.
  • chiodi da 4 cm
  • chiodi da 3 cm a testa larga per le tegole canadesi
  • tegole bituminose canadesi
  • impregnante ad acqua
  • pennelli per prodotti ad acqua
  • martello
  • sega circolare
  • supporti metallici per pali
  • livella
  • filo a piombo

Prima di cominciare, occorre dare almeno una bella mano, meglio due, di impregnante a tutto il materiale di legno, perline, travetti, pali, per preservare il legno dalle intemperie e… dai tarli (a questo scopo non sarebbe male dare un’occhiata all’articolo sui tarli)

Una volta asciugato l’impregnante (in genere occorrono 3/4 ore tra una mano e l’altra) possiamo procedere con i lavori.

Per iniziare la costruzione della casetta dobbiamo verificare di quale materiale e’ costituita la base, cioe’ se la casetta poggia direttamente su terra o se esiste una soletta di cemento. In relazione a cio’ potremo utilizzare gli opportuni accessori metallici per fissare i pali al terreno.

Questi accessori sono dei ‘bicchieri’ di metallo, quadrati, da piantare nel terreno (ne esiste un tipo con una punta nella parte inferiore che si infila nella terra) oppure da avvitare mediante tasselli ad espansione (se il pavimento e’ di cemento).

Dovremo quindi piazzare i pali tenendo conto che la misura stabilita per la nostra casetta per gli attrezzi e’ quella ‘finita’ e quindi si dovra’ tenere conto dello spessore delle perline delle pareti (stando indietro di 2cm+2cm), curando sempre che i pali siano perfettamente a piombo.

I pali verranno poi fissati l’uno con l’altro con due travetti da 3 metri 5×6 (posti con lato lungo di 6 cm. verticale) e due altri travetti a formare la cornice del tetto e in modo di conferire stabilita’ alla struttura e mantenere l’allineamento orizzontale e verticale dei pali mentre inchioderemo le perline, iniziando da quelle laterali, dal basso e partendo dal muro.

Quando avremo inchiodato tutte le perline dei due fianchi, dovremo effettuare il taglio obliquo del tetto spiovente, utilizzando una semplice sega circolare (questo lavoro potrebbe essere fatto anche prima del montaggio, avendo pero’ cura di prendere bene le misure per dare la giusta inclinazione al taglio).

Ora potremo inchiodare le perline del frontale della casetta avendo cura di tagliarle per lasciare l’apertura della porta, i cui stipiti saranno costituiti da due pali 6×6, con relativo architrave.

Anche il tetto sara’ formato da perline che poggiano su un telaio di travetti di 3 metri disposti per il senso della lunghezza che saranno stati avvitati sin dall’inizio sui pali.

casetta per attrezzi

Un ultimo particolare riguardo dovra’ essere posto alla posa delle ‘canadesi’ che sono molto pratiche, poco costose e durature nel tempo.

La posa delle canadesi si inizia dallo spigolo destro della parte bassa del tetto procedendo poi orizzontalmente per strisce.

La prima fila deve essere posata ‘al contrario’, con le alette verso l’alto, mentre le successive file saranno posate normalmente seguendo le istruzioni della casa produttrice.

La porta della nostra casetta per gli attrezzi potra’ essere costruita con la stessa tecnica avvicinando 5 perline disposte verticalmente tenute insieme, nella parte interna della porta, da un telaio formato da quattro perline a formare la cornice ed un’altra perlina opportunamente tagliata, che verra’ posta in diagonale per rafforzare la porta.

Una serratura ed una maniglia completeranno l’opera.

Volendo, anche in un secondo tempo, si potra’ ricavare una finestrella, semplicemente tagliando con la sega circolare un quadrato che rinforzeremo con una cornice a formare il telaio della finestra e poi, utilizzando le perline tagliate, rinforzate con una traversa obliqua, potremo ricavare anche l’anta della finestrina.

Ti e' piaciuto questo articolo?
"Iscriviti anche te!
E' gratis!"
Ricevi le nostre migliori guide, le ultime novita' e sarai tra i primi ad avere notizie appena uscira' il nostro E-Book sul fai-da-te!



Rispettiamo sempre la tua privacy.

Articoli simili

1 Comment


[...] di legno del nonno, che si apre per mostrare tutte le cose che con essa si possono fare, dalla costruzione di una casetta di legno alla porta doccia da montare ai barattoli di vernice, al rifacimento del tetto , ma ancheĀ una [...]


 
Commenti

Manualino © 2014 - Privacy Policy
Template ottimizzato e basato su Desk Mess Mirrored di BuyNowShop.com.

cool hit counter