Come Sostituire Una Piastrella Rotta

24 settembre 2010 - CASA, COME FARE, RIPARAZIONI

COME SOSTITUIRE UNA PIASTRELLA ROTTA e’ un lavoretto di fai da te  facile ma che richiede pazienza per essere svolto correttamente e per ottenere un buon risultato.

Innanzitutto, come per la posa di piastrelle,  occorrera’ attrezzarsi con qualche utensile sia per rimuovere la piastrella rotta che per provvedere alla sostituzione con una piastrella nuova.

  • materiale necessario:
    • un martello,
    • uno scalpello o un vecchio cacciavite
    • una spatolina seghettata
    • un pennellino
    • colla per piastrelle
    • mastice-stucco per fughe
  1. cercare di rompere la piastrella rotta aiutandosi col martello e con lo scalpello, a meno che si riesca a toglierla intera (cosa improbabile) cercando di non rompere anche le piastrelle delle file a lato. Qualche volta potrebbe rendersi necessario procedere a rompere tutta una fila di piastrelle.

    sostituire piastrella rotta

  2. asportare i vari pezzi di ceramica della piastrella rotta
  3. pulire bene il fondo dai residui della colla precedente
  4. bagnare il fondo e cospargere la colla ‘per piastrelle che avremo preparato in un recipiente aggiungendo solo un po’ d’acqua alla polvere pronta all’uso (acquistabile in qualsiasi centro fai da te come Brico) rendendola morbida e spalmabile con consistenza non liquida
  5. usando la spatola seghettata, asportare l’eccesso di colla dal fondo e quindi appoggiare la nuova piastrella esercitando una certa pressione e picchiettando col martello di gomma far uscire l’eccesso di colla dai lati, toglierla con uno straccetto e pulire la piastrella prima che secchi.
  6. asportare dalle fughe l’eccesso di colla fuoruscita e poi far asciugare per almeno 8-12 ore poi, se necessario (dipende dal tipo di piastrella) potrebbe essere il caso di stendere sulle giunture un filo di colla di stucco o mastice e ripassare poi le fughe con un pennellino lisciandole bene.
  7. pulire la piastrella prima che secchi del tutto la colla.

    come sostituire una piastrella

Ti e' piaciuto questo articolo?
"Iscriviti anche te!
E' gratis!"
Ricevi le nostre migliori guide, le ultime novita' e sarai tra i primi ad avere notizie appena uscira' il nostro E-Book sul fai-da-te!



Rispettiamo sempre la tua privacy.

Articoli simili

3 Comments

Fabrizio
set 27, 2010 at 12:48

Nel punto 1 manca una cosa fondamentale: va prima rimossa la fuga, perché altrimenti si rompono anche le circostanti. Togliendo prima la fuga invece la si ‘isola’ meccanicamente e quindi si toglie facilmente senza rompere quelle attorno.


 

[...] un certo quantitativo di piastrelle in eccesso rispetto al fabbisogno per poter fare in futuro la sostituzione di qualche piastrella rotta o magari qualche modifica (come per esempio rivestire le pareti della vasca da bagno), [...]


 
Pavimentinet
feb 1, 2016 at 14:58

Sostituire mattonelle quindi sembrerebbe un lavoretto rapido e indolore, se non si è pratici con determinati attrezzi il risultato potrebbe non essere del tutto soddisfacente.
Oltre al rischio di fare danni alle mattonelle circostanti, si rischia di “sporcare” i perimetri della mattonella nuova e di non risolvere il danno estetico. Inoltre, bisogna essere sicuro di aver ben saldamente fissato la mattonella in modo che non rischi di cadere in seguito…
Insomma, se non vi sentite proprio a vostro agio nel sostituire mattonelle, non esitate a rivolgervi ad un professionista che in quattro e quattro otto riuscirà a dare nuova vita al vostro rivestimento!
http://blog.edilnet.it/sostituire-mattonelle/


 
Commenti

Manualino © 2016 - Privacy Policy
Template ottimizzato e basato su Desk Mess Mirrored di BuyNowShop.com.

Questo sito utilizza cookies anche di terze parti per migliorare la navigazione e l'esperienza degli utenti oltre che per fornire pubblicità. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori info visita la pagina della privacy policy.