Come Ristrutturare Casa

15 luglio 2010 - CASA, COME FARE, LEGGI E NORMATIVE

Ristrutturare la casa al tempo stesso costituisce una opportunita’ di gratificazione personale ed un investimento.

Spesso ci si pone il problema di come ristrutturare casa, quali mutui per ristrutturazione sono piu’ appropriati.

Vediamo comunque di procedere per gradi.

Naturalmente vi sono vari gradi di ristrutturazione e per ogni tipologia di intervento vi sono differenti esigenze sia procedurali che sotto il profilo economico.

Per ristrutturazione si intendono vari tipi di intervento che potremmo sintetizzare in tre categorie

  1. Interventi di manutenzione ordinaria
  2. Interventi di Manutenzione straordinaria
  3. Grandi opere

Mentre per i primi due tipi di ristrutturazione normalmente non e’ necessario chiedere una specifica autorizzazione al Comune, per le ristrutturazioni piu’ impegnative denominate ‘grandi opere’ occorre ottenere la Licenza Edilizia che autorizzi la loro esecuzione e per questa tipologia e’ anche previsto il versamento di oneri proporzionatamente alla superficie interessata dai lavori e dal tipo di immobile.

mutui per ristrutturazione

RISTRUTTURAZIONE CON INTERVENTI ORDINARI

(MANUTENZIONE ORDINARIA)

Sono lavori su edifici gia’ esistenti che richiedono solo piccoli interventi di portata limitata e che possono riguardare

  • solo una porzione dello stabile
  • interventi di ripristino

In entrambe i casi la struttura esterna deve rimanere inalterata

I proprietari non sono tenuti a presentare alcuna richiesta di autorizzazione ne’ a fare comunicazioni di sorta.

Sono tuttavia responsabili per la regolarita’ dei lavori svolti, in particolare per quanto attiene agli impianti elettrici e di sicurezza che devono essere certificati da personale qualificato che ne attestera’ la conformita’ alle norme.

A titolo semplificativo si puo’ dire che all’interno degli edifici e’ possibile effettuare lavori di riparazione rinforzo delle murature e delle coperture senza formalita’.

  • Sostituire serramenti, installazione o costruzione di pareti mobili interne nel rispetto dei limiti previsti per legge in quanto a luce e areazione dei locali
  • rifacimento della copertura del tetto delle grondaie purche’ non venga modificata la caratteristica dell’edificio
  • rifacimento delle facciate
  • rifacimento serramenti esterni ed interni
  • installazione modifica e riparazione di cancelli inferriate portoni o vetrine nel rispetto delle caratteristiche preesistenti
  • interventi di manutenzione del verde

RISTRUTTURAZIONE CON INTERVENTI STRAORDINARI

(MANUTENZIONE STRAORDINARIA)

Da considerare interventi minori nell’ambito della ristrutturazione anche la manutenzione straordinaria che rientri nelle opere di consolidamento rinforzo e miglioramento delle strutture portanti dell’edificio, come la realizzazione di servizi igienici e in pratica tutte le opere al servizio dell’edificio come la realizzazione di una portineria o di nuovi giardini o anche la suddivisione di alloggi in piu’ vani o alloggi.

Per questi tipi di intervento e’ necessario presentare all’Ufficio Tecnico del comune un progetto accompagnato da una Domanda di Autorizzazione Edilizia o una DIA Denuncia Inizio Attivita’.

L’autorizzazione puo’ essere ottenuta anche mediante il ‘silenzio assenso’ entro 90 giorni dalla presentazione della domanda.

Per poter essere considerati lavori di manutenzione straordinaria gli interventi non devono modificare strutturalmente l’immobile, pertanto e’ consigliabile verificare con il professionista che i lavori programmati rientrino tra quelli consentiti dal Regolamento Edilizio.

RISTRUTTURAZIONE TOTALE

(GRANDI OPERE)

Vanno ricompresi in questa categoria di tutti gli interventi che interessano l’edificio sia internamente che esternamente nella sua interezza in quanto trattasi di lavori che trasformano in modo sostanziale l’edificio, con possibile cambio d’uso o quando prevedano la ricostruzione dell’edificio stesso.

Questo genere di interventi di ristrutturazione necessitano di una Concessione Edilizia rilasciata dal Comune.

Rientrano in questa categoria

- la realizzazione di nuovi edifici, inclusa la costruzione con assemblaggio di prefabbricati

- ampliamento di edifici preesistenti

come ristrutturare casa

Ti e' piaciuto questo articolo?
"Iscriviti anche te!
E' gratis!"
Ricevi le nostre migliori guide, le ultime novita' e sarai tra i primi ad avere notizie appena uscira' il nostro E-Book sul fai-da-te!



Rispettiamo sempre la tua privacy.

Articoli simili

4 Comments

MUTUI PER RISTRUTTURAZIONE
ago 28, 2010 at 09:02

[...] ottenere un finanziamento o un mutuo per ristrutturazione della casa, oltre ai consueti documenti necessari per chiedere un mutuo per acquisto casa, occorre presentare [...]


 
Cesco
feb 3, 2011 at 14:21

Articolo ben fatto!…se può interessare ai lettori del blog ho trovato anche un sito dove poter considerare diverse offerte per la ristrutturazione fatte da artigiani edili e architetti http://www.borsartigiano.it/


 

[...] del 50% sull’acquisto di mobili di arredamento, quando inseriti nell’ambito di una ristrutturazione e siano ad essa complementari. Per chiarire, se si ristruttura un bagno, non si puo’ chiedere [...]


 

[...] fiscale del 50% sull’acquisto di mobili di arredamento, quando inseriti nell’ambito di una ristrutturazione e siano ad essa complementari. Per chiarire, se si ristruttura un bagno, non si puo’ chiedere il [...]


 
Commenti

Manualino © 2016 - Privacy Policy
Template ottimizzato e basato su Desk Mess Mirrored di BuyNowShop.com.

Questo sito utilizza cookies anche di terze parti per migliorare la navigazione e l'esperienza degli utenti oltre che per fornire pubblicità. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori info visita la pagina della privacy policy.