Come Fare L’intonaco, Intonacare Un Muro


COME FARE L’INTONACO, INTONACARE UN MURO

Intonacare una parete significa ricoprire con uno strato piu’ o meno sottile di malta e puo’ avere varie funzioni, sia di coibentazione che di protezione e impermeabilizzazione della parete.

L’intonacatura puo’ essere fatta sia all’interno che all’esterno della costruzione.

Ovviamente alle due funzioni si aggiunge anche l’effetto estetico.

L’intonaco esterno ha principalmente la funzione di costituire una protezione contro le intemperie ed in particolare deve svolgere la funzione di barriera all’umidita’ esterna e assorbire invece i vapori dall’interno e scaricarli all’aria esterna.

L‘intonaco interno ha funzione di base per le idropitture e contemporaneamente deve funzionare come una sorta di filtro permeabile al vapore in modo che l’umidita’ superficiale interna passi attraverso la superficie senza creare condensa.

L’operazione di intonacatura ha diversi scopi, ma uno dei più importanti è sicuramente quello di assorbire l’umidità superficiale delle pareti, evitando i fenomeni di condensa e di gocciolamento; ha inoltre lo scopo di rendere lisce le superfici murarie per permettere loro di ricevare le tinte.

Nel passato veniva ampiamente impiegata la calce, soprattutto per i locali piu’ soggetti a umidita’, comne cucina e bagni.

come fare intonaco

Tecnicamente l’intonacatura assume varie denominazioni:

  • rinzaffo e’ la prima stesura di uno spessore di ca. 1-2 cm. E viene applicato generalmente con la cazzuola a getto utilizzando sabbia a grana media in modo da creare una superficie omogenea ma anche ruvida
  • arriccio si stende per uno spessore di pochi mm. quando la prima stesura e’ abbastanza asciutta. Se la parete risulta troppo liscia, sara’ preferibile spruzzarla con malta grassa in modo da formare degli schizzi su cui sara’ piu’ facile far presa con la successiva stesura. Per ambienti un po’ rustici come cantine o garage puo’ essere anche la copertura finale
  • velo o civile e’ l’intonato piu’ rifinito e normalmente viene fatto con malta o stabilitura di calce o di cemento con sabbia molto fine. Per evitare che si formino delle fessure, in genere si danno varie mani.

L’intonacatura non e’ proprio un lavoro semplice per il neofita e gli amanti del fai da te possono cimentarsi, ma solo con una buona pratica si riuscira’ a ottenere un buon risultato.

La malta utilizzata per intonacare un muro viene preparata a secco mescolando i vari componenti e aggiungendo l’acqua solo alla fine per ottenere un impasto abbastanza sodo.

Prima di procedere con l’intonaco e’ opportuno fare una ricognizione della superficie ed intervenire dove e’ necessario a chiudere piccoli fori o sconnessioni del muro con spatola e stucco al fine di rendere tutto omogeneo. Solo quando sara’ ben asciutto si potra’ carteggiare via l’eccesso.

Articoli simili

Manualino © 2018 - Privacy Policy
Template ottimizzato e basato su Desk Mess Mirrored di BuyNowShop.com.

Questo sito utilizza cookies anche di terze parti per migliorare la navigazione e l'esperienza degli utenti oltre che per fornire pubblicità. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori info visita la pagina della privacy policy.