Come Costruire Una Cantina

7 dicembre 2010 - COME FARE, COSTRUZIONI

Come costruire una cantina e’ un lavoro che richiede un notevole impegno ma che puo’ dare grandi soddisfazioni.

come costruire una cantina

Il piacere di poter scegliere la bottiglia giusta per il piatto giusto quando magari abbiamo un ospite di riguardo che sappiamo essere in grado di apprezzare cio’ che gli andiamo proponendo.

Cosa c’e’ di piu’ piacevole di sapere di avere nella nostra piccola, ricercata cantina un gioiellino enologico.

Non deve necessariamente essere un vino costoso, basta che sia qualcosa che per noi conta, a cui teniamo, oppure effettivamente una buona annata. Prima ancora di aprire la bottiglia, prima di sentire l’aroma del vino, prima di versarlo e prima di sorseggiarlo sapientemente, c’e’ un altro gusto, forse il maggiore: c’e’ il sapere di averlo.

Il vino e’ quel nettare che solo pochi altri popoli conoscono come la gente italica, esso fa parte del patrimonio dell’Italia, insieme ai monumenti, alla musica ed alle bellezze naturali della nostra penisola.

Il vino non e’ un cibo, ne’ tantomeno una bevanda, e’ piu’ semplicemente sua maesta’ il vino, una sostanza in continua evoluzione, viva e che necessita per la sua conservazione di cure amorevoli e adeguate almeno pari se non superiori a quelle necessarie per la sua produzione.

cantina

COME DEVE ESSERE LA CANTINA

L’ambiente deputato alla idonea conservazione del vino e’ la Cantina.

La Cantina e’ un luogo che possiede una sua personalita’, un ambiente che ha un fascino particolare che la distingue dalle altre. Si potrebbero possedere collezioni di vini di annate favolose, ma se non sappiamo o possiamo conservarle adeguatamente saranno sicuramente destinate a scadere nell’ordinarieta’ se non addirittura a guastarsi definitivamente. Pertanto la costruzione di una cantina deve presumere l’amore per il vino: un progettista astemio non sara’ mai in grado di costruire una vera cantina.

Se vogliamo provare a costruire la nostra cantina dovremo tenere conto delle cose sin qui dette e di altre che diremo piu’ avanti.

Nello scegliere il luogo dove dovrebbe sorgere la nostra cantina dovremo curare che sia

  • lontana da qualsiasi fonte di calore,
  • esente da vibrazioni di qualsiasi tipo (incluse quelle provocate da elettrodomestici)
  • un luogo senza o con poca luce,
  • adeguatamente isolata termicamente e qualora non lo sia provvedere con pannelli di fibra di vetro o polistirene estruso alle pareti ed al soffitto, mentre sul pavimento sarebbe opportuna anche una barriera al vapore di almeno 6-7 mm.
  • il pavimento piu’ comunemente utilizzato e’ in ardesia o di piastrelle, ma spesso si trova anche di altri materiali, come linoleum o cemento o, come facevano i nostri vecchi, direttamente il nudo terreno
  • la temperatura ideale dovrebbe aggirarsi tra i 10 e i 15° C., con un livello di umidita’ intorno al 70-80% e comunque mai inferiore a 70%
    A questo proposito occorre fare una puntualizzazione: l’umidita’ dell’ambiente serve a compensare quella interna della bottiglia (ovviamente 100%) limitando l’effetto di risucchio del vino verso l’esterno da parte del tappo di sughero.  Meglio trovare le etichette rovinate purche’ il vino resti ben conservato.
  • una adeguata illuminazione e’ indispensabile.  Se avete l’opportunita’ e la fortuna di avere spazio e volete ricavare un suggestivo angolo con un tavolino e due sgabelli per la degustazione, una luce appropriata, abbastanza tenue e calda, darebbe un tocco di classe e di giusta atmosfera, limitatamente a quell’angolo.

Un utile accorgimento, in caso di verniciature o tinteggiature di pareti o elementi vari della cantina, e’ quello di impiegare solo vernici ad acqua in quanto uno dei requisiti fondamentali di una buona cantina e’ l’assenza totale di odori. Infatti il vino ha la proprieta’ di assorbire gli odori dell’ambiente circostante.

COME COSTRUIRE LA CANTINA

Il luogo ideale per ricavare una cantina, quello piu’ frequente e quello che presenta in genere meno controindicazioni e senza dubbio il seminterrato.

Una volta accertato che le caratteristiche generali collimano abbastanza, quanto a umidita’, sbalzi di temperatura, vibrazioni e rumori, con i requisiti sopra ricordati, sara’ da valutare se esiste gia’ un locale da adibire a cantina o se bisognera’ delimitare una porzione di un ambiente piu’ ampio.

In questo secondo caso occorrera’ costruire un muro per delimitare la nostra cantina.

Il muro potra’ essere costruito in mattoni o in tavelloni, mentre sarebbe sconsigliabile usare il cartongesso in quanto soggetto all’umidita’.

Dovremo prevedere un ingresso con una porta e, se sprovvisto di finestre, creare una o piu’ piccole finestrelle o prese d’aria. Se invece e’ presente una finestra bisogna ridurre l’ingresso di luce e coibentare bene i vetri per evitare ponti termici con l’esterno.

Le bottiglie di vino vanno conservate sempre coricate e quindi dovremo tenere conto di questo nel predisporre le scaffalature.  Un sistema molto usato e molto gradevole e’ quello di utilizzare gli appositi mattoni di terra cotta provvisti di un foro cilindrico orizzontale ove posizionare la bottiglia.

Ma sotto questo profilo non c’e’ limite alla fantasia ed al gusto personale.

Alcune utili precisazioni:

  • una lieve muffa sul tappo non pregiudica la sua tenuta e comunque e’ preferibile ad una eccessiva secchezza
  • se l’umidita’ deteriora troppo le etichette, le si possono proteggere avvolgendo le bottiglie con una pellicola trasparente
  • se l’umidita’  della cantina non e’ sufficiente, per umidificare l’ambiente si puo’ lasciare un recipiente pieno d’acqua con una manciata di polvere di calce per evitare il proliferare di colture batteriche nell’acqua (ovviamente se il pavimento e’ costituito da terreno o ghiaia e’ sufficiente una spruzzata d’acqua ogni tanto per mantenere un buon livello di umidita’).
  • ovviamente la temperatura dipende dall’ubicazione geografica e dalle caratteristiche dell’immobile, ma normalmente i nostri seminterrati mantengono una discreta temperatura, altrimenti occorrerebbe predisporre un sistema refrigerante che, purtroppo, avrebbe un costo d’esercizio non indifferente, forse neppure giustificato dal valore dei vini conservati.

costruire una cantina

D’altra parte una temperatura elevata potrebbe far precipitare il tannino e i polifenoli, che sono composti chimici naturali provenienti dalle bucce delle uve e che oltre al profilo cromatico (colore) contribuiscono a determinare il gusto e la qualita’ del vino, col rischio di ossidazione e alterazione del gusto.

Inoltre se con una temperatura elevata, il vino invecchia prima, con una temperatura troppo bassa il vino tende a perdere consistenza e impoverirsi.

  • – I vini rossi preferiscono una temperatura di 13-15° C., mentre i bianchi 10-12° C. a seconda dei vari tipi di vino. Ovviamente si dovra’ mediare preferendo una temperatura piuttosto piu’ fredda che non calda. Se poi la cantina avesse zone con temperature diverse, si potra’ preferire le aree fredde per i bianchi e quelle piu’ calde per i rossi.
  • – come detto quasi tutti i vini, salvo poche eccezioni, vanno conservati in posizione orizzontale, cercando di lasciare l’etichetta verso l’alto per facilitarne la lettura. Volendo essere perfettini in cantina gli spumanti andrebbero perfettamente orizzontali e tenuti negli scaffali in basso,  gli altri vini vanno tenuti orizzontali col collo leggermente rialzato ma col tappo comunque immerso. Infine i vini col tappo di plastica, quelli ad alta gradazione ed i superalcolici possono essere tenuti verticali
Ti e' piaciuto questo articolo?
"Iscriviti anche te!
E' gratis!"
Ricevi le nostre migliori guide, le ultime novita' e sarai tra i primi ad avere notizie appena uscira' il nostro E-Book sul fai-da-te!



Rispettiamo sempre la tua privacy.

Articoli simili

1 Comment

Valentina
mag 22, 2015 at 15:05

Io e mio fratello stiamo ereditando i vigneti di mio papà. Non vogliamo piu conferire l’uva alla cantine sociale dove conferiva mio papà perché fai la fame quindi pensavamo di mettere in moto la vecchia cantina e iniziare a produrre vino. Volevo sapere oltre al l’attrezzatura di cantina che sono a posto cosa serve come scarici, fasche… La parte tecnica visto il mio geometra non sa e io non so dove rivolgermi.


 
Commenti

Manualino © 2016 - Privacy Policy
Template ottimizzato e basato su Desk Mess Mirrored di BuyNowShop.com.

Questo sito utilizza cookies anche di terze parti per migliorare la navigazione e l'esperienza degli utenti oltre che per fornire pubblicità. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori info visita la pagina della privacy policy.