Coibentazione, Isolare Pavimenti E Muri

28 luglio 2009 - COSTRUZIONI

COIBENTAZIONE, ISOLARE PAVIMENTI E MURI  Come coibentare e isolare muri e pavimenti di un ambiente domestico e’ un lavoro non complesso che per contro produce effetti estremamente positivi sia in termini di eliminazione della condensa sia per limitare l’umidita’ dei muri e quindi consente di migliorare in modo sensibile la qualita’ dell’ambiente in cui viviamo.

Ultimo non trascurabile particolare, consente un notevole risparmio energetico con grandi vantaggi in termini di costi di riscaldamento.

Per procedere sono necessari un segaccio, un metro da muratore, un metro a nastro, cavalletti, cacciaviti, trapano, martello, livella, mazzetta di legno,  spatola, filo a piombo, cutter, collanti vari.

COIBENTAZIONE, ISOLARE PAVIMENTI E MURI

 

Lo scopo e’ quello di applicare alle pareti, al soffitto o al pavimento uno strato isolante interno (in un altro articolo parleremo di coibentazioni esterne e cappotti ai muri perimetrali) che eviti che la temperatura esterna influenzi, per conduzione, quella interna e che le superfici interne non raggiungano il punto di rugiada creando il dannoso effetto della condensazione (cfr. ’umidita muri, come eliminare la condensa’).

I materiali che si possono utilizzare sono molteplici e variano a seconda che si intenda isolare i pavimenti o i muri e i soffitti. La scelta inoltre e’ evidentemente condizionata dalla tipologia dell’abitazione e dalla sua localizzazione geografica.

I materiali piu’ diffusi sono

per i muri:

  • sughero
  • polistirene estruso,
  • poliuretano espanso, ma anche
  • perline di legno da montare sopra a fogli di polistirolo,
  • agglomerati naturali di fibre di legno o comunque vegetali.

             Esistono poi dei pannelli compositi gia’ pronti per l’uso che hanno una parete para-vapore e che vanno applicati direttamente sul muro partendo, come sempre, da un angolo della stanza;

            Per i pavimenti oltre ad alcuni dei materiali sopra citati a patto che abbiano caratteristiche di resistenza alla pressione ed al calpestio, abbiamo:

  • lana di roccia,
  • feltro in lana di vetro,
  • vermiculite oltre ad una serie infinita ed in continuo aggiornamento di prodotti sintetici.
Ti e' piaciuto questo articolo?
"Iscriviti anche te!
E' gratis!"
Ricevi le nostre migliori guide, le ultime novita' e sarai tra i primi ad avere notizie appena uscira' il nostro E-Book sul fai-da-te!



Rispettiamo sempre la tua privacy.

Articoli simili

2 Comments

Simone
gen 22, 2013 at 14:13

Come ristrutturare un tetto di lamiera?
mi può aiutare?
ho un magazzino di lamiera, con relativo tetto spiovente, le lamiere sono su travertini in legno, mi entra l’acqua dalla lamiera e mi si rovinano gli attrezzi, quando piove è un macello, ho pensato di mettere su tutto il tetto un telo di plastica sottilissimo e poi stendere del bitume sopra… il tetto è delicato, non ci posso salire sopra si sfonderebbe … come faccio a ristrutturarlo e ad evitare che entri l’acqua? una soluzione economica vi prego! grazie


 
gennaro stammati
apr 4, 2014 at 19:27

bisogna fare dei filmati


 
Commenti

Manualino © 2014 - Privacy Policy
Template ottimizzato e basato su Desk Mess Mirrored di BuyNowShop.com.

cool hit counter