Cemento Armato, Calcestruzzo Armato


CEMENTO ARMATO, CALCESTRUZZO ARMATO

Un notevo progresso e’ stato fatto quando si e’ pensato di rinforzare le strutture di cemento e di calcestruzzo mediante l’inserimento al loro interno di tondini di ferro che, opportunamente legati tra loro, si e’ scoperto che conferivano all’intera struttura una flessibilita’ ed una elasticita’ insperate.

Il cemento armato, cosi’ normalmente viene chiamato impropriamente il calcestruzzo armato o conglomerato cementizio armato, e’ diventato uno dei materiali piu’ importanti nel settore delle costruzioni per la sua facilita’ di lavorazione e per il costo contenuto.  E’ un materiale da costruzione costituito da calcestruzzo (miscela di cemento, acqua, sabbia e aggregati, cioè elementi lapidei, come la ghiaia) e acciaio.

calcestruzzo armato

In effetti vediamo in giro manufatti in cemento che hanno oltre 50 anni e sono in buono stato di conservazione. Da cosa dipende?

Come detto prima gli elementi che compongono le malte ed i calcestruzzi sono semplici e quantitativamente sono pochi (cemento, sabbia, ghiaia, calce, acqua) . Tuttavia le regole e le conoscenze che chi lavora in questo settore dovrebbe conoscere bene sono piuttosto complesse e dalla loro conoscenza dipende la qualita’ di riuscita di un lavoro e la sua durata nel tempo.

E’ importante, per esempio, che la quantita’ di acqua sia quella prevista per evitare che la sua successiva evaporazione lasci troppi vuoti all’interno della struttura una volta solidificata la massa, riducendone la capacita’ di resistenza meccanica.

Infatti la resistenza del calcestruzzo dipende dal rapporto acqua/cemento, e tale rapporto e’ inversamente proporzionale alla quantità di acqua utilizzata. E’ necessario trovare il giusto compromesso per ottenere una giusta resistenza e contemporaneamente una discreta lavorabilità dell’impasto.

A titolo solo indicativo si puo’ dire che per ottenere 5 mc di calcestruzzo occorre fare una miscela composta da circa 2 mc di sabbia, 4 mc cubi di ghiaia o pietrisco e circa 15 quintali di cemento e una quantoita’ di acqua di circa la meta’ del peso complessivo del cemento utilizzato.

Il calcestruzzo utilizzato dentro le casseforme deve essere lasciato a maturare e la durata di questa fase dipende dalla quantita’ di acqua, dalla temperatura esterna e dall’umidita’ relativa. Per ottenere la massima resa dell’impasto (in questa fase di maturazione l’acqua trasforma i composti in un prodotto amalgamato) occorre che il processo di asciugamento avvenga molto gradualmente. Anzi in caso di eccessiva secchezza dell’aria e’ opportuno irrorare con spruzzi d’acqua sempre piu’ abbondanti man mano che procede l’indurimento.

Un’asciugatura troppo accelerata creera’ delle crepe indebolendo l’intera struttura e compromettendone seriamente la resistenza.

In commercio esistono tuttavia dei prodotti (come il Cemento Portland) molto ricchi di ferro che risultano idonei per lavorazioni in ambienti molto caldi oppure con contenuto limitato per l’impiego in climi piu’ freddi.

cemento armato, calcestruzzo armato

Come detto per aumentare l’elasticita’ del conglomerato cementizio si utilizzano delle barre in acciaio di diverso diametro che opportunamente sagomate e interconnesse tra loro mediante legatura di fil di ferro o elettrosaldate costituiscono le gabbie che vengono annegate nel cemento.

E’ importante tenere conto della diversita’ dei livelli di dilatazione dei due materiali e quindi e’ imperativo che -soprattutto nei climi freddi e soggetti a gelate- le barre risultino posizionate almeno a ca. 3-5 cm. dalla superficie esterna della struttura muraria.

La presente trattazione sul cemento armato ha evidentemente natura e scopi solo divulgativi e non intende ne’ puo’ essere esaustiva. Pertanto si rimanda per un necessario approfondimento alla bibliografia disponibile su questi argomenti.

Articoli simili

Manualino © 2018 - Privacy Policy
Template ottimizzato e basato su Desk Mess Mirrored di BuyNowShop.com.

Questo sito utilizza cookies anche di terze parti per migliorare la navigazione e l'esperienza degli utenti oltre che per fornire pubblicità. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori info visita la pagina della privacy policy.