Cartongesso, Come Costruire Una Parete In Cartongesso

13 dicembre 2009 - COSTRUZIONI

CARTONGESSO, COME COSTRUIRE UNA PARETE IN CARTONGESSO

Spesso succede di voler razionalizzare lo spazio di una nostra stanza in modo da poterla utilizzare al meglio, costruendo una parete per ricavare un piccolo ripostiglio o un angolo riservato o ancora fare controsoffittature, coibentazioni, etc.

Naturalmente e’ opportuno prima accertarsi se occorrono particolari autorizzazioni da parte del Comune.

Anziche’ chiedere l’intervento di un’ impresa edile e procedere a costose e impegnative opere in muratura che richiederebbero notevoli spese, disagi e polvere per tutta la casa, si puo’ ricorrere al CARTONGESSO che e’ al tempo stesso una soluzione veloce, economica e comunque duratura e di buon effetto e possiamo realizzarcela da soli col fai da te.

Il cartongesso si presenta sotto forma di lastre di spessore variabile da 1 a 2 cm  e oltre, in diverse misure standard (da 100 cmmx100cm a 150cmx300cm e oltre). Le lastre sono costituite da gesso pressato tra due lamine di cartone. Le lastre sono disponibili oltre che in varie misure anche con caratteristiche differenti a seconda delle necessita’ e dello scopo a cui sono destinate. Cosi’ si possono avere lastre di cartongesso resistenti al fuoco, al calore, all’umidita’, fonoassorbenti, etc.

L’unica controindicazione della parete in cartongesso e’ rappresentata dal fatto che dato il limitato spessore ed il materiale utilizzato, non si puo’ fare troppo affidamento per posizionare pesi o scaffali o mensole in quanto la tenuta dei tasselli risulta precaria.

Per il resto, una volta realizzate e opportunamente trattate le pareti in cartongesso possono essere intonacate come un qualsiasi muro e pitturate con tempere, smalti o vi possono essere applicate tappezzerie e carte da parati.

cartongesso come costruire una parete in cartongesso

Come procedere per la costruzione di una parete divisoria

Occorre innanzitutto procurarsi il materiale e gli attrezzi necessari:

  • una sega
  • una taglierina per cartongesso
  • metro
  • filo a piombo
  • squadrette
  • livella
  • martello pinza e tenaglie
  • chiodi tasselli
  • travetti 6×6 (perimetro telaio)
  • travetti 6×3 (traversi interni)
  • lastre di cartongesso spessore 1,50

Una volta deciso dove deve essere posizionata la parete dovremo tracciare sulle pareti laterali, sul soffitto e sul pavimento le linee guida lungo le quali andra’ fissato lo scheletro dell’intelaiatura in profilato di alluminio (appositamente studiato per le pareti in cartongesso) o piu’ semplicemente e naturalmente in legno, che rappresentera’ la struttura portante della parete.

Lo spessore di una parete standard e’ di 12 cm. ma nulla vieta che, compatibilmente con il tipo e  con le dimensioni della nostra parete, possano essere piu’ sottili.

  1. Posizioniamo i travetti di cm. 6×6 lungo le linee guida, fissandoli con tasselli ad espansione ad un intervallo di 40 cm. Uno dall’altro
  2. tagliamo il travetto sul pavimento in corrispondenza della porta lasciando un varco di almeno 80 cm. utili (tenendo conto che poi dovremo applicare anche lo stipite che porta via altri 3-4 cm per parte), dopodiche’ in quei due punti dovremo posizionare due altri travetti verticali (utilizzeremo il filo a piombo per essere sicuri della verticalita’) che dal pavimento andranno a incontrare il travetto posto sul soffitto e che rappresenteranno, nella parte inferiore, il telaio della porta.
  3. Applichiamo un travetto opportunamente tagliato in misura inchiodandolo orizzontalmente tra i due travi verticali come traversa del vano-porta a formare l’architrave su cui verra’ poi fissato lo stipite superiore della porta.

Ora la struttura portante e’ finita, dobbiamo inserire i travetti interni al telaio posizionandoli tra i montanti ad intervalli che tengano conto delle dimensioni dei pannelli sia in senso verticale che orizzontale per consentire di potervi avvitare i pannelli con viti autofilettanti. Questi travetti vanno inchiodati obliquamente con chiodi da carpentiere da 10 cm.

Prima dell’applicazione dei pannelli di cartongesso avremo fatto passare, forando opportunamente i travetti interni al telaio, un tubo corrugato in polietilene per eventuali collegamenti all’impianto elettrico o per l’antenna tv o satellitare.

Una volta cosi’ terminata la parete di cartongesso e’ pronta per essere prima opportunamente stuccata nei punti dove sono state messe le viti per rendere omogenea la superficie e quindi tinteggiata o piastrellata.

Ti e' piaciuto questo articolo?
"Iscriviti anche te!
E' gratis!"
Ricevi le nostre migliori guide, le ultime novita' e sarai tra i primi ad avere notizie appena uscira' il nostro E-Book sul fai-da-te!



Rispettiamo sempre la tua privacy.

Articoli simili

2 Comments


[...] 15 cm. per favorire il ricambio d’aria e la pulizia e rendere snella e leggera la struttura, all’impiego di cartongesso per le pareti in luogo dei pannelli di legno o di compensato o di panforte o di pannelli plastici come abbiamo [...]


 

[...] effetti dividere un ambiente domestico dagli altri senza ricorrere a pareti in cartongesso o senza dover costruire muri di mattoni  puo’ risultare talvolta complicato. Spesso negli [...]


 
Commenti

Manualino © 2014 - Privacy Policy
Template ottimizzato e basato su Desk Mess Mirrored di BuyNowShop.com.

cool hit counter